BLOG
поздравления с новорожденным

IL BLOG DI TI EDUCO IL CANE

Ti educo il cane

Aiutare cane e proprietario a comprendersi e gettare le basi educative per una serena convivenza

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form

CANI DA COMPAGNIA

Posted by on in RAZZE - Comportamento, motivazioni e vocazioni
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 5109
  • Subscribe to this entry
  • Print

Nel corso degli articoli precedenti abbiamo parlato di: Segugi e cani per pista di sangue - Cani da ferma e Retriever. Oggi parleremo delle razze appartenenti al gruppo dei Cani da compagnia.

 

Appartengono a questo gruppo, razze di origine e conformazione anche molto diverse tra loro, accomunati dalla stessa funzione: la compagnia all’uomo.

La taglia è comunemente inferiore alla media, per rendere meno impegnativo il tenerli in casa, mentre morfologicamente sono spesso simili a razze di cani da lavoro più grandi, ma in versione miniaturizzata e tendono a conservare anche a maturità raggiunta, la conformazione neotenica tipica dei cuccioli di tutti i mammiferi, ossia: occhi grandi e rotondi spesso in posizione frontale, teste tondeggianti e grandi in proporzione al corpo, denti piccoli e musi corti.

Anche caratterialmente permane una conformazione neotenica, con comportamenti infantili quali: la richiesta di attenzioni, la propensione al gioco e lo scarso istinto predatorio.

Oggi andremo a vedere alcune tra le razze appartenti a questo gruppo:

 

I BICHON

L’origine dei Bichon è indubbiamente mediterranea, ma contrariamente a quanto si creda, potrebbero non derivare dall’isola di Malta, ma da Melita, una città costiera della Sicilia. E’ possibile che questi piccoli cani, frequentatori dei porti, avessero il compito di cacciare i topi dai magazzini e dalle navi; da lì la diffusione in paesi lontani. 

I Bichon, sono un gruppo omogeneo che derivando l’uno dall’altro, hanno condiviso una parte della loro storia e sono talmente simili, che se non fosse per la toelettatura,  sarebbe difficile distinguerli.

Fanno parte dei Bichon:

  • Maltese (origini bacino Mediterranero)
  • Bichon Frisé (origini franco-belga)
  • Bichon Havanais (origini Cubane)
  • Bolognese (origini Italiane)

 

b2ap3_thumbnail_MALTESE.jpg   MALTESE

Il Maltese è un cane vivace ed intelligente, dal carattere gioioso e affettuoso. Ama stare in compagnia della propria famiglia al quale si affeziona molto e tende a scegliere una persona in particolare. Socializza facilmente anche con gli estranei e non abbaia molto, pur avvertendo tempestivamente in caso di pericolo. Generalmente collaborativo, apprende facilmente ed è meno testardo del Bichon Frisé.

Necessita di un proprietario dinamico, che possa dedicargli tempo per fare lunghe passeggiate e pazienza per le cure del suo pelo

 

b2ap3_thumbnail_BICHON-A-POIL-FRISE.jpg   BICHON A POIL FRISE

E’ un cane da compagnia di piccola taglia, allegro, giocherellone e sensibile, pertanto tende a risentire degli umori di chi gli sta attorno. Vivace e intelligente, conquista il cuore di chi lo conosce, ma va educato con autorevole dolcezza in quanto tende ad essere alquanto testardo.

Nonostante la piccola mole, riesce bene in varie attività cinosportive e adora fare lunghe passeggiate all’aria aperta con il proprietario, con il quale crea un legame saldo. Sebbene sia un cane socievole anche con gli estranei, è un discreto cane da guardia e segnala vocalmente, la presenza di estranei. 

 

b2ap3_thumbnail_BICHON-AVANESE.jpg   BICHON HAVANAIS

Questo tipo di Bichon, che prende il nome dalla capitale cubana, è un simpatico cane da compagnia, ancora abbastanza diffuso nel Sud America e nelle Antille. Ha un carattere allegro e vivace, sebbene meno gioviale del Bichon a poil frisé, ed ha la tendenza ad affezionarsi ad una sola persona. Possiede, pur nella taglia contenuta, un notevole temperamento, per cui, tra l'altro, avverte il padrone dell'avvicinarsi di persone estranee e non ama molto la vicinanza di altri animali.

Necessita di un proprietario attivo che abbia molto tempo da dedicargli.

 

b2ap3_thumbnail_BOLOGNESE.jpg   BOLOGNESE

 

E’ un cane affettuoso docile e molto allegro con la sua famiglia.  Perfetto cane da compagnia, va d’accordo con adulti e bambini, ma è geloso e possessivo della sua famiglia.  La sua intelligenza lo porta ad apprendere con facilità,  a pattoche non si urti la sua sensibilità e lo si educhi con bonarietà.

 

Abbaia con vigore agli intrusi svolgendo una funzione di avviso.

 

 

b2ap3_thumbnail_barbone_20141116-212321_1.jpg   BARBONE

Questa razza originaria della Francia, anticamente impiegata per il riporto in acqua nella caccia alle anatre¸ del passato ha mantenuto solo la particolare tosatura sul posteriore, che aveva la funzione pratica di agevolarlo nel nuoto.

Di carattere socievole è oggi il prototipo dei cani da compagnia, diffusissimo in tutto il mondo è una razza estremamente versatile, grazie anche alle quattro diverse varianti di taglie e gode ovunque di grande popolarità, per il suo carattere gioviale e affettuoso. Grazie alla sua intelligenza è particolarmente predisposto all’apprendimento e in passato capitava sovente di ammirarne le esibizioni acrobatiche nei circhi.

Sebbene si adegui a tutte le situazioni, richiede un proprietario che sappia educarlo con autorevolezza o la sua intelligenza lo porterà a diventare un “barbone birbone” (ecco l’ho detto! Scusate ma non ho saputo resistere) e lo intrattenga con attività non solo di movimento, ma che lo impegnino anche cognitivamente.

Per la gioia dei proprietari che patiscono le massicce perdite di pelo, va detto che il Barbone non va in muta, di conseguenza non perde pelo, in compenso richiede sistematicamente un’accurata toelettatura.

 

b2ap3_thumbnail_Griffon_belge.jpg   GRIFFONE BELGA

Le teorie sulle origini della razza sono varie e al momento non sufficientemente accreditate, quel che è certo è che Griffoncini di Bruxelles, Griffoncini Belga e il piccolo Brabantino, hanno come ascendente unico: il Griffone di tipo Barbet o Smousje e che questi, veniva utilizzato per la caccia ai ratti nelle stalle e scuderie o per la guardia alle carrozze ed era piuttosto diffuso in Olanda, Belgio e Francia.

Caratterizzate dell'espressione simpaticamente truce e dall'aria imbronciata, il Griffone Belga, grazie al suo temperamento reso docile, tranquillo e affettuoso è apprezzato come cane da compagnia e del passato, conserva solo la tempra e il carattere indipendente.  Apprezza lunghe e intense passeggiate e nonostante la taglia è un ottimo cane da guardia.

 

b2ap3_thumbnail_SHIH-TZU.jpg   SHIH TZU

E’ un cane elegante e armonioso dall’apparente aspetto imbronciato, che viceversa è dolce e affettuoso, pur conservando un temperamento fiero e battagliero, tanto da non temere animali ben più grossi di lui. Ama la vita comoda ma è opportuno portarlo a fare lunghe passeggiate quotidiane, per permettergli di avere una vita più dinamica e socializzare con gli altri cani.

Ha bisogno di proprietario che lo sappia educare con fermezza e coerenza,  perché è piuttosto testardo.

 

b2ap3_thumbnail_LHASA-APSO.jpg   LASHA APSO

Le sue origini si perdono tra gli altipiani del “tetto del mondo”: il Tibet.   Utilizzato come cane da compagnia da monaci e pastori e soprattutto per la guardia ai monasteri, era considerato un animale sacro. Si narra che il Lasha Apso sia dotato di una straordinaria sensibilità, che lo rende in grado di captare disastri naturali quali terremoti e valanghe.

Il carattere allegro e vivace e il temperamento forte e riservato con gli estranei, fa di lui un eccellente guardiano e sebbene manifesti una certa testardaggine, è un cane particolarmente sensibile e ha bisogno di un proprietario che lo sappia educare con rispetto e che non s’imponga mai con la forza.

 

b2ap3_thumbnail_pechinese.jpg   PECHINESE 

Si tratta di una nobile e antica razza, che ha vissuto per molti secoli alla corte degli imperatori Cinesi e il suo comportamento fiero ne è una conferma.  Sebbene si leghi a tutti i membri della famiglia, sceglie di donare se stesso a una sola persona, senza troppe smancerie ma con amore incondizionato.

Piuttosto testardo e scontroso con gli estranei, vive benissimo in casa e non ha bisogno di fare molto movimento, caratteristica che lo rende adatto a un proprietario che ama la tranquillità di casa. Va educato con coerenza senza mai usare la forza.

 

b2ap3_thumbnail_chihuahua.jpg   CHIHUAHUA

Razza antichissima, non vive da sempre nella borsetta da passeggio delle dive; i suoi antenati erano liberi e furono presumibilmente catturati e addomesticati dagli indigeni, all’epoca della civilizzazione Tolteca. 

Il più piccolo cane del mondo è davvero un concentrato di simpatia e quello che ha perso in dimensione lo ha acquistato con gli interessi in carattere: sveglio, vivace e molto coraggioso ma al contempo affettuoso con il proprietario;  è un cane che ama le comodità di casa, ma non disdegna delle belle passeggiate all’aria aperta.  Nonostante le dimensioni ridotte, ha bisogno di un proprietario che lo sappia educare con autorevole fermezza.

 

b2ap3_thumbnail_CAVALIER-KING-CHARLES-SPANIELS.jpg   CAVALIER KING CHARLES SPANIEL

Di origine inglese, il Cavalier King Charles Spaniel è un cane molto attivo, che mantiene ancora oggi la sua antica passione per la caccia ai piccoli selvatici, pur essendo ormai considerato esclusivamente un cane da compagnia.

Dal carattere molto vivace e giocherellone è un compagno affidabile, che ama fare lunghe passeggiate e stare in compagnia. Si adatta a vivere in appartamento ma ha bisogno di fare molto esercizio fisico.

 

b2ap3_thumbnail_237.JPG   BOSTON TERRIER

Razza di origine nordamericana, il Boston è un compagno attento, vigile e dotato di grande vivacità, che ama divertirsi e giocare con le persone che ama. E’ un cane intelligente, dal temperamento sicuro e risoluto con gli estranei, ma affettuoso con la sua famiglia.

Benché la razza abbia avuto origine, nella prima metà del XIX secolo, dall’incrocio di esemplari di Bulldog e Bull- Terrier, al tempo famosi cani da combattimento, i Boston si dimostrarono ben presto intelligenti e affettuosi e si diffusero così in qualità di cani da compagnia.

Ha bisogno di un proprietario affettuoso e rispettoso che lo renda partecipe e sappia stuzzicare la sua acuta intelligenza con attività diverti.

 

b2ap3_thumbnail_bouledogue-francaise.jpg   BOULEDOGUE FRANCESE

I Francesi ne rivendicano la paternità, riconoscendone la derivazione dal ben più noto e antico Bulldog Inglese. Quest’ultimo, attraverso incroci con piccoli terrier, utilizzati nei sobborghi Parigini per la caccia ai ratti, avrebbe dato origine verso la fine dell’800,  all’attuale Bouledogue Francese.

 

Il Bouledogue Francese ama vivere in ozio tra tappeti e morbidi cuscini, ma non disdegna affatto lunghe passeggiate in campagna e ha bisogno di movimento costante per mantenere la sua forma fisica. Va ricordato, che avendo la canna nasale molto corta, nei mesi estivi è sconsigliabile esagerare con l’attività fisica, in quanto potrebbe avere problemi respiratori.

Da bravo molossoide in miniatura, ha una particolare attitudine per la guardia e la difesa personale e apprende con estrema facilità.

 

b2ap3_thumbnail_carlino.jpg   CARLINO

 

Le origini del Carlino risalgono a più di tremila anni fa, dove in Cina viveva nelle corti delle più alte personalità della dinastia imperiale, su piccoli troni a lui specificatamente dedicati. Attualmente è l’Inghilterra a detenerne lo standard, ed è un cane molto apprezzato per la compagnia, non soltanto per le sue caratteristiche fisiche ma anche per le sue doti caratteriali.

Dietro il suo aspetto “burbero” e buffo, si nasconde un cane socievole e affettuoso, che adora riposare pigramente sul divano, ma è sempre pronto a cogliere l’occasione per fare una bella corsa o giocare con il proprietario. Essendo piuttosto riservato con gli estranei, mostra di avere doti come guardiano di casa,  abbaiando con decisione all’avvicinarsi di persone non desiderate.

Ha bisogno di un proprietario che lo educhi con fermezza e passi molto tempo con lui.

 

Per concludere…

 

Vorrei ricordare ai lettori, che sebbene queste razze siano state selezionate allo scopo di “fare compagnia” all’uomo e si adattino con facilità a vivere in contesti urbani, conservano gli stessi bisogni etologici e fisiologici di tutti gli altri cani. Ovviamente cambierà la rilevanza, a seconda della funzione per cui la razza è stata selezionata.

Spesso i proprietari dei cani di piccola taglia, tendono a trattarli con accondiscendenza e ad accettarne tutti i comportamenti senza porre alcun limite, col risultato che il cane, non trovando nel proprietario un punto di riferimento/sicurezza,  tenderà a manifestare atteggiamenti capricciosi e nevrotici

Se a ciò, si aggiunge la naturale predisposizione dell’uomo, a interpretare il comportamento del cane in chiave umana, è facile comprendere che la situazione può solo peggiorare, in quanto diventa impossibile riconoscerne i reali bisogni.

 

 

IDENTIKIT DEL PROPRIETARIO IDEALE

Sono adatti a persone che…

~         Hanno la possibilità di trascorrere molto tempo con loro.

~         Sono disposte a condurli quotidianamente a fare delle passeggiate.

~         NON fanno uso di traversine

~         Sono consapevoli che anche i cani di piccola taglia, richiedono impegno.

~         Gli permettono di socializzare con gli altri cani e di comportarsi come tali.

NON sono adatti a persone che…

~         Pensano che i cani di taglia mini, non richiedano una buona educazione.

~         Credono che l’uso della “traversina” possa sostituire le uscite.

~         Li prendono in braccio, ogni volta che incontrano un altro cane.

~         Lì “ridicolizzino” agghindandoli come peluche.

~         Non sopportano un cane che tende ad abbaiare di frequente   

 

sSe hai trovato questo articolo interessante, fai un favore ai tuoi amici, condividilo su Facebook!

 

S

 

S

 

 

S

 

 

 

 

 

S

 

 

 

©Carla Barbetta
0
Trackback URL for this blog entry.
Educatore Cinofilo in ambito pedagogico con approccio cognitivo-zooantropologico riconosciuto FICSS e CSEN Cinofilia a livello Nazionale
Consulente Educativo CReA
Esperta nella relazione uomo-animale
Tecnico Mobility Dog

FACEBOOK