BLOG
поздравления с новорожденным

IL BLOG DI TI EDUCO IL CANE

Ti educo il cane

Aiutare cane e proprietario a comprendersi e gettare le basi educative per una serena convivenza

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form

IL CANE: UN LUPO DA SALOTTO?

Posted by on in RAZZE - Comportamento, motivazioni e vocazioni
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 2178
  • Subscribe to this entry
  • Print

b2ap3_thumbnail_LUPI_20160209-192834_1.jpg

Chiariamo subito un aspetto importante: anche se i cani condividono lo stesso patrimonio genetico dei lupi, non significa che debbano comportarsi come tali. L'addomesticamento infatti, che risale all'incirca a 20/30.000 anni fa, ne ha modificato le caratteristiche fisiche, la mente e persino il comportamento, anche se è innegabile che lupo e cane condividano molte caratteristiche.

In realtà in natura il branco, utilizzato da sempre come termine di paragone per interpretare il comportamento dei cani, non è altri che un gruppo familiare che fonda la propria organizzazione sociale sulla collaborazione e non certo sulla dominanza, come ancora oggi molti credono. Per anni questo ha portato a credere che il cane fosse una sorta di caricatura del lupo, pronto a dominare il proprietario alla prima manifestazione di debolezza. Da qui, le varie teorie che ancora oggi imperversano fra gli addestratori della vecchia scuola, secondo la quale il proprietario deve imporsi sul cane come capobranco... teorie che hanno danneggiato non poco il cane, che in realtà desidera solo sentirsi parte del suo gruppo sociale.

La storia dell'addomesticamento del cane, segue da vicino quella della nostra civilizzazione, da cacciatori-raccoglitori del Mesolitico fino all'età moderna"            (John Bradshaw)

Ma come è avvenuto l'addomesticamento del cane?

Con ogni probabilità la reciproca utilità fu il motivo che spinse le due specie a instaurare rapporti fra loro. E’ possibile che alcuni lupi, attratti dalla possibilità di trovare facilmente del cibo, abbiano iniziato a vivere nei pressi degli insediamenti umani, cibandosi in parte dei loro rifiuti. Ovviamente questo comportava il dover sopportare la presenza dell’uomo, pertanto lascerebbe pensare che lupo e cane avessero già intrapreso strade evolutive differenti, mostrando caratteristiche favorevoli all’addomesticamento.

Anche l’uomo trasse enorme vantaggio dalla vicinanza del cane e sfruttò le sue abilità di cacciatore e la sua propensione ad avvertire vocalmente in caso di pericolo. Inoltre, poiché i lupi non sono esclusivamente carnivori, potrebbero aver svolto la stessa funzione igienica che toccò in seguito i maiali che vivevano in porcili di fianco alle latrine. Questo potrebbe spiegare il motivo per cui ancora oggi, vi sono cani, che se ne hanno l’occasione, mangiano le feci.

Un’altra possibile teoria sull’addomesticamento si basa sul maternaggio, in uso ancora oggi in alcune tribù. In questo caso, alcune donne si trovavano ad allattare al seno i cuccioli di lupo, la cui madre era stata abbattuta dai cacciatori.

In entrambi i casi, la vicinanza con l’uomo, unita all’isolamento dai lupi selvatici e al continuo re-incrocio di quei soggetti che presentavano determinate caratteristiche quali: socievolezza, adattabilità e minor tendenza alla fuga, trasformarono radicalmente il lupo nell’aspetto e nel comportamento.

Iniziava così un processo che avrebbe portato alla creazione delle razze canine.

0
Trackback URL for this blog entry.
Educatore Cinofilo in ambito pedagogico con approccio cognitivo-zooantropologico riconosciuto FICSS e CSEN Cinofilia a livello Nazionale
Consulente Educativo CReA
Esperta nella relazione uomo-animale
Tecnico Mobility Dog

FACEBOOK