BLOG
поздравления с новорожденным

IL BLOG DI TI EDUCO IL CANE

Ti educo il cane

Aiutare cane e proprietario a comprendersi e gettare le basi educative per una serena convivenza

  • Home
    Home This is where you can find all the blog posts throughout the site.
  • Categories
    Categories Displays a list of categories from this blog.
  • Tags
    Tags Displays a list of tags that have been used in the blog.
  • Bloggers
    Bloggers Search for your favorite blogger from this site.
  • Team Blogs
    Team Blogs Find your favorite team blogs here.
  • Login
    Login Login form

UOMO e CANE: compagni di viaggio!

Posted by on in ADOZIONE: UNA SCELTA IMPORTANTE
  • Font size: Larger Smaller
  • Hits: 1909
  • Subscribe to this entry
  • Print

Ho sempre amato i cani. Ricordo che da bambina, già all’età di 7/8 anni, mi veniva spontaneo prendermi cura dei cani abbandonati, cercavo loro un riparo per la notte nascondendoli nel sottoscala del palazzo e la sera, a tavola, fingevo di cenare e nascondevo buona parte del mio pasto in un tovagliolo, per poi portarlo al cane di turno.

In tanti anni, sebbene abbia avuto a che fare anche con cani di grossa taglia che spesso erano ridotti davvero male, non mi è mai successo nulla e nessuno di loro ha mai costituito un pericolo per me. In compenso l’amore che ho ricevuto in cambio, non ha fatto altro che rafforzare in me il desiderio di condividere la mia vita con un cane, desiderio che ho potuto realizzare soltanto una volta diventata adulta.

Ad oggi mi ritengo fortunata, perché ho fatto della mia passione una professione che mi da enormi soddisfazioni e sono sempre più convinta, che vivere con un cane possa essere una delle esperienze più gratificanti della vita!

Mentre scrivo, immagino che mentre alcuni di voi condivideranno appieno le mie parole, altri penseranno che non sempre sia tutto così semplice, né idilliaco. D’altra parte se così fosse, non si spiegherebbe come mai ogni anno, migliaia di cani vengono abbandonati al loro destino.

Come educatore cinofilo, ma soprattutto come proprietaria di 5 cani, mi sono sempre chiestacosa possa albergare nella mente di chi arriva a fare una scelta tanto insensibile, quanto incivile.

Nel corso dell’ultimo secolo, siamo passati da una società rurale – dove la presenza degli animali, non solo era accettata, ma addirittura ritenuta indispensabile in quanto utile allo svolgimento di svariati compiti e mansioni – a una società urbana dove l’utilizzo dei macchinari ha spodestato gli animali dal ruolo occupato in precedenza.

Tutto ciò, ci ha portato a perdere quella naturale confidenza con la sfera animale, al punto che la loro presenza, sempre più spesso genera insofferenza e tende a sfociare in comportamenti violenti e spesso infausti, nei loro confronti.

Vi sembro eccessiva? Ok, sono d’accordo sul fatto che al mondo non esistano solo psicopatici che vanno in giro ad avvelenare i cani, ma resta il fatto che manca una reale conoscenza della sfera animale.

Un esempio?

  • Quanti bambini hanno visto una mucca  realmente e non solo attraverso un libro?
  • Quanti adulti sanno che le mucche non produrrebbero latte tutto l’anno se non venissero ingravidate di continuo?

Forse non ci crederete, ma sono davvero molti. 

La disinformazione regna sovrana, siamo bombardati da innumerevoli messaggi ad opera dei media non professionali, dai film e dalle fiction con i loro straordinari eroi canini e persino dai cartoons, che hanno cresciuto intere generazioni di bambini, presentandogli animali parlanti, vestiti di tutto punto e con comportamenti simili in tutto e per tutto a quelli umani.

Non c’è da stupirsi quindi, se ci troviamo del tutto impreparati di fronte a un animale in carne e ossa, capace di emozioni e sentimenti proprio come noi,  ma con bisogni etologici e una comunicazione tanto diversa dalla nostra.

Ovviamente caricare la relazione con il nostro cane di simili aspettative, significa partire con il piede sbagliato, perché  è solo sforzandosi di comprendere il suo mondo e mettendo in discussione le nostre credenze che potremo “incontrarlo” e allora… solo allora,  ci renderemo conto che la realtà supera ogni attesa!

Alla prossima!

Carla

 P.S. Se ti è piaciuto l'articolo, fai un favore a un'amico e condividilo con lui!

Trackback URL for this blog entry.
Educatore Cinofilo in ambito pedagogico con approccio cognitivo-zooantropologico riconosciuto FICSS e CSEN Cinofilia a livello Nazionale
Consulente Educativo CReA
Esperta nella relazione uomo-animale
Tecnico Mobility Dog

FACEBOOK