CAMPUS ESTIVI/INVERNALI
поздравления с новорожденным

IL BLOG DI TI EDUCO IL CANE

Canta alla Luna A.S.D

 

A VOLTE RITORNANO...

 

A grande richiesta, dopo il successo dell'evento dello scorso 10 Marzo, Domenica 7 Aprile 2019 - dalle ore 14,00 alle ore 18,00 - si terrà un nuovo evento completamente gratuito, per consentire anche a chi non ha trovato posto nell'evento precedente, di conoscere questo divertentissimo sport.

 

Per motivi organizzativi, chi desidera partecipare deve inviare una mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. indicando:

 

- nome e cognome di cghi accompagna il cane

- nome, età, razza e/o taglia (per i meticci) del cane

- competenze già acquisite dal cane 

- telefono e indirizzo mail

 

Al ricevimento della suddetta, vi verrà inviata una mail di conferma indicante l'ora assegnatavi e tutte le info per partecipare. Si ricorda che quest'ultimo evento non si ripeterà per l'anno in corso quindi... affrettatevi!

 

 

Chi mi conosce sa che per scelta non ho mai voluto praticare sport cinofili. Non che non gradisca la competizione in sé, semplicemente detesto quell'insano meccanismo che si innesca in molti proprietari, quando anzichè vivere l'attività cinosportiva come un momento di condivisione con il proprio cane, finiscono per voler vincere a tutti i costi. Ed è così che il cane, da compagno di giochi qual'era, diviene lo strumento che permetterà loro di soddifare il proprio ego.

E' una linea di demarcazione sottile che sono in molti, purtroppo, a superare e a quel punto pressioni, vessazioni, punizioni e quant'altro, divengono la naturale conseguenza.

 

Poi un giorno ho scoperto il Treibball e me ne sono innamorata! 

 

Immaginate un campo lungo 22 metri e largo 15.  A centrocampo vengono posizionati 8 palloni da fitness colorati, che il cane dovrà condurre in una porta da calcio posta a 10 metri di distanza, entro un tempo massimo di 7 minuti. Per farlo sarà guidato dal proprietario, che dalla porta indicherà al cane con gesti, segnali verbali o fischi, quale direzione prendere e quale pallone portare verso l'obiettivo, spingendolo con il naso e con le spalle.

 

Un ottimo modo per mantenersi in forma divertendosi con il proprio cane, non c'è che dire,  ma aldilà del mero divertimento, il vero obiettivo di questo sport è che mano a mano che miglioreranno  le vostre capacità comunicative il legame ne uscirà rinforzato, anche perchè coadiuvato dalla completa assenza di correzioni fisiche o verbali (pena la squalifica immediata). Inoltre, l'aspetto collaborativo e gli autocontrolli del cane miglioreranno sensibilmente.

Un altro motivo in più per praticare questo sport!

 

E' uno sport adatto a tutti?

 

Ebbene si, radunare le palle spingendole verso l'obiettivo è divertente per quasi tutti i cani (non solo per i cani da pastore), perchè inseguire un oggetto in movimento  - in questo caso il pallone da fitness - appaga una fase della sequenza predatoria;  ma anzichè ingigantire questa pulsione  con tutti i problemi che ne conseguono (come succede, ad esempio, quando ci limitiamo a lanciare palline al nostro cane),  la incanala in qualcosa di costruttivo che "obbliga" il cane a usare anche il cervello, modulando gli istinti e favorendo un comportamento più riflessivo (autocontrollo). E il bello è che il tramite di tutto ciò è proprio il proprietario!

 

Insomma, un motivo in più per dedicarsi a questa fantastica attività sportiva a basso impatto fisico, praticabile da proprietari e cani di tutte le taglie ed età. 

 

Chi fosse interessato a praticare questo sport relativamente nuovo in Italia, ma assai praticato all'estero, può chiamare il 393 9061774.

 

Arrivederci a presto e... Go Treibball!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  •  

 

 

Perchè un cane?

 

Molto spesso le motivazioni che inducono le persone a adottare un cane sono davvero bizzarre, ad esempio:

 

  • C’è chi prende un cane perché ha tanto affetto da donare
  • Chi si sente solo e ha bisogno di compagnia
  • Chi vuole regalare un compagno di giochi al figlio
  • Chi sceglie una razza vista in un film o in uno spot pubblicitario
  • Chi vive il cane come un prolungamento di sé e non riesce a scorgerne la vera essenza
  • Chi vede il cane come una proiezione di ciò che vorrebbe essere o fare, e attraverso di lui compensa le proprie carenze.
  •  
  • Sono queste alcune tra le motivazioni più frequenti e tutte quante hanno più a che fare con i bisogni e le carenze umane, che con il cane stesso.

 

Adozione consapevole

 

L’adozione è una scelta importante e va ponderata e affrontata con consapevolezza e responsabilità. Come tutte le relazioni, richiede impegno e dedizione, tempo da dedicare all’altro, il riconoscere e accettare la sua diversità, e il fornirgli attraverso le esperienze positive, quelle competenze che gli consentiranno di adattarsi al nostro stile di vita.

Tutto questo, deve passare necessariamente attraverso la conoscenza di una specie tanto diversa dalla nostra per bisogni e comunicazione, solo così potremo godere appieno della sua vicinanza e ci stupiremo di quanto questa relazione potrà darci.

 

Cane di razza o meticcio?

 

Molto spesso, quando chiedo ai neoproprietari, cosa li ha portati a scegliere quella specifica razza, mi sento dire: «Mi piaceva!»

Scegliamo i cani per la taglia, per la lunghezza del pelo, il colore del mantello, per la loro bellezza esteriore, senza pensare che dietro quell’aspetto si nasconde un preciso profilo comportamentale.

Il primo passo da compiere, quindi, è informarci sulle funzioni per cui la razza è stata creata.  Ci darà un’idea sommaria di quelle che sono le sue attitudini, ossia le azioni che è portato a compiere anche solo per gioco, il carattere, la tempra e il temperamento.

Solo allora saremo in grado di scegliere quale cane è più adatto a noi, al nostro stile di vita.

Un po’ più complessa è la scelta, quando si parla di meticci. In questo caso, gli esperti concordano sul fatto che le attitudini corrispondono alla razza a cui somiglia di più.  È bene comunque non dimenticare, che dietro alla razza c’è l’individuo nella sua soggettività e con le sue esperienze. Un buon punto di partenza potrebbe essere quello di non limitarsi a visitare un solo allevamento, onde evitare di scegliere senza avere parametri di confronto, e diffidare a priori degli pseudo-allevatori che propongono cuccioli di tutte le razze, in quanto molto spesso, provengono dai paesi dell’Est o da allevamenti in batteria.

 

 

LISTINO 2017 nuoto libero

Tariffa A

 

1 cane

2 cani

Da 3 a 5 cani

1 ora

€ 13,00

€ 20,00

€ 8,00/h a cane

Abbon.10 ore*

€ 110,00

€ 180,00

€ 5,00/h a cane

Abbon. 20 ore*

€ 195,00

€ 300,00

€ 4,00/h a cane

Abbon. 30 ore*

€ 250,00

€ 390,00

€ 3,00/h a cane

* Gli abbonamenti sono validi per 12 mesi, a partire dalla data di emissione della tessera. Eventuali ore non utilizzate entro la scadenza, non potranno in alcun modo essere recuperate.

 

REGOLAMENTO:

 

1.       L'area piscina (circa 800 mq), è attrezzata con tutti i comfort e viene riservata a ore ad uso esclusivo, pertanto non saranno presenti cani estranei. Tuttavia, è possibile venire insieme ad altri proprietari, accompagnati dai loro cani, purché gli stessi siano compatibili tra loro.

2.       Prima di accedere alla piscina, è obbligatorio spazzolare il proprio cane, al fine di non intasare l'impianto di filtrazione e mantenere un alto livello igienico.

3.       Ogni proprietario, avrà cura di raccogliere le deiezioni del proprio cane, gettandole nell'apposito cestino.

4.       Eventuali disdette, dovranno essere effettuate almeno 24 ore prima dell'appuntamento, pena l'addebito dello stesso.

 

Tariffa B - GRUPPI a partire da 6 cani

 

 

2 CANI

 

Dal 3° cane           in poi

 

1 ora

 

€ 20,00

 

€ 5,00/h              per ogni cane

in più

 

 

Si ricorda che, trattandosi di una piscina destinata ai cani, la definizione  "gruppo" si riferisce al numero dei cani presenti e non a quello dei proprietari che, tra l'altro,  entrano a titolo gratuito in qualità di accompagnatori.

Per tale motivo è consigliabile che i cani siano compatibili tra loro. Qualora non lo fossero, e i proprietari dovessero scegliere di turnare i cani, le suddette tariffe rimarranno comunque invariate. In alternativa, è sempre possibile applicare il tariffario A, pagando in base al tempo di permanenza del cane, al termine del quale, cane e proprietario dovranno lasciare il centro.

IL BLOG DEL CANE

FACEBOOK